NOTA ESPLICATIVA SU NUOVO DECRETO DPCM DELL’11 MARZO 2020

coronavirus 27f

Con Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri dell'11 marzo 2020 sono state disposte le nuove misure per il contrasto e il contenimento sull’intero territorio nazionale del diffondersi del virus COVID-19, valide fino al 25 marzo 2020.


Nello specifico e a titolo esemplificativo si riporta quanto segue:

  • Sono sospese tutte le attività commerciali al dettaglio, fatta eccezione per le attività di vendita di generi alimentari e di prima necessità individuate nell’allegato 1 del decreto, purché sia consentito l’accesso contingentato all’interno degli stessi nel rispetto della distanza interpersonale di 1 mt;
  • Sono aperte le edicole, le tabaccherie (codici ateco: 47.2), le farmacie e le parafarmacie;
  • Sono sospese le attività commerciali di ristoranti, bar, pub, gelaterie e pasticcerie. E’ consentita la sola consegna a domicilio nel rispetto delle norme igienico- sanitarie;
  • Sono aperti gli esercizi di somministrazione bevande e alimenti posti nelle aree di servizio e rifornimento carburante situati lungo la rete stradale, autostradale e all’interno di stazioni ferroviarie e aeroportuali, purché sia consentito l’accesso contingentato all’interno degli stessi nel rispetto della distanza interpersonale di 1 mt;
  • Sospese le attività di parrucchieri, barbieri ed estetisti;
  • Sono aperte le lavanderie, i servizi di pompe funebri e le attività connesse;
  • Sono garantiti i servizi bancari, finanziari, assicurativi;
  • Sono garantite le attività zootecniche di trasformazione agro-alimentare e agricole.

Rimangono in vigore, fino al 3 aprile 2020, il divieto di assembramento sia nei luoghi chiusi che all'aperto e tutte le disposizioni in materia di circolazione, consentita solo per esigenze lavorative, di salute e stretta necessità, compilando il modulo di autocertificazione. 

Il modulo va compilato anche per la circolazione a piedi.

È fortemente raccomandato agli anziani, ai soggetti immunodepressi e a coloro che presentano febbre superiore a 37,5° C rimanere nel proprio domicilio ed evitare contatti sociali.

Rimangono in vigore tutte le disposizioni in materia sanitaria, ossia: tutti i soggetti che rientrano a far data dall’8 marzo 2020 nel Comune di Vietri di Potenza, provenienti dalla Regione Lombardia e dalle province di Modena, Parma, Piacenza, Reggio nell’Emilia, Rimini, Pesaro e Urbino, Alessandria, Asti, Novara, Verbano- Cusio-Ossola, Vercelli, Padova, Treviso e Venezia, o che, a partire dal 14° giorno antecedente la data dell’8.03.2020 abbia fatto ingresso in Italia dopo aver soggiornato nei Paesi a rischio epidemologico identificati dall’Oms, dovranno comunicare tale circostanza al numero verde appositamente istituito dalla Regione 800996688, oppure al proprio medico di medicina generale, ovvero pediatra di libera scelta, ovvero all.’Asp Basilicata - Dipartimento prevenzione della salute umana 0971.425227- 425222- 425224 e al numero istituito dal Comune di Vietri di Potenza (Polizia Locale) 3492215802.


I soggetti coinvolti dovranno osservare la permanenza domiciliare mantenendo lo stato di isolamento per 14 giorni. Il mancato rispetto degli obblighi del DPCM è punito ai sensi dell’art.650 del codice penale.

Modulo Autocertificazione

DPCM 11 marzo 2020

Informazioni aggiuntive